Una merla nel prato

3,00 

@Barbara Coluzzi
16/2/2010 – Parigi
Canon EOS 5D Mark II — EF70-200mm f/4L IS USM
1/800 s: 4.0; 400 ISO;  nAF: 1350×1350; 764 Ko;

Descrizione

Una merla nel prato, da una delle prime foto di animali che ho fatto con il nuovo apparecchio fotografico a Parigi nel 2010, una “versione artistica” che cattura forse meglio l’attenzione, concentrandola sul suo capo, dagli occhi vispi e dal becco giallo che spicca.

Altre immagini simili nel sito, sempre nella Categoria “Foto artistiche”, che sono state modificate anche di piu’ rispetto agli originali scattati nel 2010 a Parigi, sono quelle dei gabbiani. Da foto recenti, ho invece usato una tecnica leggermente diversa per ottenere “Sogno di ghiandaia in volo in giardino” e “Una farfalla e un fiore“.

C’e’ una leggenda simpatica Italiana, in base  alla quale, fondamentalmente, i merli divennero scuri perche’ un loro antenato sperava fosse primavera in anticipo, a fine gennaio, e dovette invece trascorrere tre giorni al riparo di un comignolo fuligginoso. La potete trovare piu’ dettagliata, nonche’ anche tradotta in inglese, qui.

In effetti, i merli maschi sono proprio neri, mentre le femmine si riconoscono dal loro piumaggio piu’ sul marrone-grigio.