Un airone cenerino e un fagiano

3,50 

@Barbara Coluzzi
21/9/2022
Canon EOS 5D Mark II – EF300mm f/4L IS USM + 2.0
1/1000 s: 16.0; 6400 ISO;  nAF: 1500×1500; 360 Ko;

Descrizione

Da una stradina tranquilla in campagna, tra Attigliano, Alviano e Lugnano, nell’Amerino, si puo’ arrivare al ciglio di una scarpata da cui c’e’ una bella vista sul Tevere. Il livello del fiume, a settembre 2022 inoltrato, si e’ di nuovo alzato.

Una foto simpatica, con un airone cenerino (Ardea cinerea) sullo sfondo e un fagiano (Phasianus colchicus) che vola rapido in primo piano.

Sono state scattate nello stesso posto le foto al martin pescatore, “Un ragnetto azzurro che vola“, e quelle alle garzette, che illustrano l’articolo “Incontro con delle garzette“.

Da “Siddharta“, di Herman Hesse:

Vasudeva non era amico delle parole, e raramente riusciva a Siddharta d’indurlo alla conversazione.
Una volta gli chiese: “Hai appreso anche tu quel segreto del fiume: che il tempo non esiste?”
Un chiaro sorriso si diffuse sul volto di Vasudeva. “Si Siddharta” rispose. “Ma è questo ciò che tu vuoi dire: che il fiume si trova dovunque in ogni istante, alle sorgenti e alla foce, alla cascata, al traghetto, alle rapide, nel mare, in montagna, dovunque in ogni istante, e che per lui non vi è che presente, neanche l’ombra del passato, neanche l’ombra del futuro.

Si ringrazia per l’identificazione delle specie il Professor Tommaso Pizzari.