Parte di tetto in cotto

3,50 

@Barbara Coluzzi
6/7/2022 – Lugnano in Teverina
Canon EOS 5D Mark II – EF300mm f/4L IS USM +2.0x;
1/2500 s: 20.0; 6400 ISO; nAF; 1669×1669; 2.44 Mo;

 

Descrizione

E’ una parte di tetto in “cotto”, di belle tegole vecchie. Si intravedono del muschio e delle piccole pietre messe con cura per irrobustirlo rispetto al vento. E’ un tipo di tegola ancora diffuso in vari centri storici in questa zona, nell’Amerino.

I colori sono tra il rosso e il marrone, con delle punte di arancione vivace che contrastano con lo scuro dei sassetti.

Forse scrivere tra le “righe” di una semplice foto di questo tipo puo’ ancora far sognare, forse puo’ servire a fare in modo che invece “volino”, lontano, le parole.

Si vede questo stesso tipo di tegole in diverse delle foto di uccelli nel sito, in particolare anche nel “servizio fotografico” al codirosso spazzacamino e nelle foto alla ballerina bianca.

Divagando, si potrebbe anche discutere a lungo di quanto sarebbe un peccato sostituirli con dei tetti moderni, di quanto allora andrebbe realizzato qualcosa di inevitabilmente -temo- costoso, in cui le cellule fotovoltaiche sono inglobate nel cotto, e simili. Personalmente, dopo diversi mesi di riflessione sotto un tetto del tipo di quello nella foto, sono arrivata alla conclusione che gli incendi e l’uso eccessivo di automobili a benzina siano piu’ responsabili di varie ed eventuali, ma e’ un’opinione personale.